IQNA

17:50 - August 11, 2019
Notizie ID: 3484226
Iqna - Le organizzazioni palestinesi a Gerusalemme chiuderanno tutte le moschee della città durante l’Eid Al-Adha nel tentativo di proteggere la moschea Al-Aqsa dalle incursioni pianificate da coloni israeliani

Le organizzazioni palestinesi a Gerusalemme chiuderanno tutte le moschee della città durante l’Eid Al-Adha nel tentativo di proteggere la moschea Al-Aqsa dalle incursioni pianificate da coloni israeliani.

Eid Al-Adha – la festa islamica celebrata ogni anno durante l’Hajj, il pellegrinaggio rituale a Mecca – quest’anno inizierà domenica 11 agosto, in coincidenza con la festa ebraica di Tisha B’Av. All’inizio di questa settimana, i gruppi estremisti che sostengono la ricostruzione dell'”antico tempio” ebraico hanno sollecitato l’invasione del complesso della moschea di Al-Aqsa e lo svolgimento di preghiere ebraiche sul sito, sia per celebrare Tisha B’Av sia per interrompere i rituali dell’Eid.

I Palestinesi hanno annunciato che chiuderanno tutte le moschee in tutta la città, consentendo le preghiere dell’Eid soltanto ad Al-Aqsa nel tentativo di proteggere il sito (facendo confluire lì tutti i fedeli, ndr).

Questa disposizione è stata avallata in una dichiarazione firmata da eminenti personalità islamiche a Gerusalemme, tra cui il capo del Consiglio supremo islamico, shaykh Ikrima Sabri, il presidente del Consiglio degli Awqaf e dei siti sacri islamici, shaykh Abdul Azim Salhab, il Mufti di Gerusalemme e shaykh Mohammed Hussein.

La dichiarazione evidenzia inoltre che tale disposizione è una risposta ad un annuncio della polizia israeliana secondo cui avrebbe valutato la situazione ad Al-Aqsa nelle prime ore dell’Eid per decidere se consentire o meno l’accesso degli ebrei al complesso.

 

Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it

Nome:
Email:
* Commento: